Scroll down

dove tutto nasce

Tutto nasce nei vigneti di proprietà: 50 ettari nell’area dell’Isonzo, pedecollinare, ghiaioso e fresco, dove si allevano le varietà più tipiche e quelle autoctone per vini raffinati, eleganti e di buona struttura insieme ai vitigni internazionali per vini caratterizzati da grande sapidità e mineralità.

Un territorio particolarmente vocato alla produzione di grandi uve e grandi vini, in particolare bianchi.

Un dono della natura che va preservato, promuovendo pratiche che Puiatti ha da anni adottato, con concimazioni organiche, irrigazioni moderate, contrasto biologico ai parassiti e programmi di ripristino delle biodiversità.  

La Pigiatura

Dopo il lavoro nella vigna, dove si decide la qualità del futuro vino, dalla polpa del frutto viene estratto il succo, con una pressione soffice, di sole 0,2 atmosfere: la stessa dei piedi umani di un tempo, una continuità di tradizioni millenarie. Il mosto non rimane a contatto con le bucce, i vini finiti sono separati dalle loro fecce, viene impedita la malo-lattica ai bianchi.

Tassativamente, da sempre, i vini Puiatti fermentano e maturano senza alcun contatto con il legno. I vini conservano la giusta gradazione del frutto non surmaturato, perché di questo siano la genuina espressione. La pulizia dei mosti avviene per decantazione fisica. Tutti i processi si evolvono in contenitori di acciaio con controllo delle temperature.

La Maturazione

Rigorosamente in acciaio, la maturazione avviene con modalità differenti a seconda della natura e dell’annata del vino. I vini più importanti completano nel vetro delle bottiglie il loro lungo percorso evolutivo, riuscendo così ad esprimere tutte le loro caratteristiche naturali.

Ogni apporto, ogni additivo, ogni agente esterno alla sua natura è assolutamente bandito dalla sua maturazione. Il suo colore è il suo proprio, è espressione e testimonianza della sua autenticità, della sua vera natura.

Gli Spumanti

Per la filosofia Puiatti la spumantizzazione è la logica conseguenza nella ricerca estrema dell’essenza del vitigno. Attraverso la realizzazione del vino termina la ricerca sulla vinificazione in purezza, la capacità tecnica dell’uomo lo fa rinascere spingendolo verso l’alto, lo libera e lo rende leggero.

Il territorio, con il clima fresco, le escursioni termiche ed i terreni ricchi di minerali e la particolare attitudine dei vitigni sono gli altri motivi che hanno spinto Puiatti a seguire questa vocazione. Puiatti, ormai da anni, ha esplorato ed espresso, solo con il metodo classico, nuove versioni di vitigni autoctoni e tradizionali.

Per noi gli spumanti sono l’espressione nobile della raffinatezza della filosofia Puiatti.

La Cantina

La sede della cantina Puiatti riflette la filosofia essenziale dei suoi vini: architettura nitida, lineare, pulita.

Spazi funzionali, ambienti di qualità, non soltanto negli arredi, ma soprattutto nell’armonia delle proporzioni. Forme coerenti con il contenuto, così come i vini, coerenti alle uve. Qualità del momento e  qualità del contesto, in armonia.

Nella sala delle degustazioni, le pupitres aggiungono spessore all’emozione, favoriscono la conoscenza, testimoniano valori diffusi, una rassicurante coerenza nella vigna, nella cantina, nel luogo della presentazione, dove il ciclo si compie.